_____________________ GIUSEPPE LA BRUNA

 

 

   
 
 

 

Toni TONIATO, 1999

... La Bruna, richiamandosi a quel motivo della stele, d’icastica sovranità formale, edifica di fatto una struttura che rimmemora non solo una dimensione del sacro o un suo rivisitato archetipo, ma ricompone un blocco tramato di vuoti e pieni con cui egli mostra di rimediare una lingua inesplicabile, forse quella originariamente scolpita dagli dei e trasmessa a noi attraverso la sua storia geologica, con la quale sia possibile riallacciare il nostro legame con l’universo (...).