_____________________ GIUSEPPE LA BRUNA

 

 

   
 
 

 

R. PICCICHÈ, 1989

… Quelle superfici corrose e smangiate, quella materia che, pur dando l’impressione di disgregarsi, sembra crearsi attorno uno spazio enorme reclamante il silenzio, si imprimono saldamente nella memoria di chi le osserva. E le sculture e lo spazio quasi dialogano, non tanto per evidenziare una loro sempre possibile relazione decorativa quanto per la ricerca di un superamento di vincoli della materia, in modo di fare slargare le aspirazioni creative dell’artista fino a comprendervi la ricerca dell’assoluto…