_____________________ GIUSEPPE LA BRUNA

 

 

   
 
 

 

Nicola MICIELI, 1996

… Come si vede, siamo nell’ambito di una cultura figurativa ancora intrisa di sensi mediterranei, ispirata a una simbologia di ampia comprensione, più che a specifici miti o leggende. Non meravigliano tali sopravvivenze. La Bruna non è siciliano solo per ragioni anagrafiche. Intendo dire che l’eleganza fluente delle figure e l’animazione linearistica del corpo plastico, rivelano un retroterra ellenistico su cui si innestano suggestioni antiche e moderne, gotiche e impressioniste. La contaminazione è condotta con stile e gusto sicuri, e in più con quella già ricordata vena fabulatoria che sposta il fuoco dello sguardo dalla contemplazione museale del passato al rispecchiamento, come metafora, nella sensibilità del presente…